Vuoi adottare un Dalmata, ma non sai se i tratti caratteriali e le esigenze di questa razza canina sia compatibile con la tua situazione abitativa e con i tuoi ritmi di vita, ed è per questo che ora ti trovi qui pronto ad informarti.

In questo articolo ho il piacere di descriverti in modo esaustivo tutti quelli che sono i principali tratti caratteriali, le caratteristiche fisiche ma non solo... scoprirari anche qual'è il suo habitat ideale, come nutrirlo, quanti anni vive mediamente, se va o no d'accordo con i suoi simili e molto altro ancora. Cosa ne dici allora di iniziare subito a leggere l'articolo?

Le origini del Dalmata

tre dalmata in posa

croazia

Nazionalità: Croazia

Classificazione F.C.I: Codice F.C.I 153; Gruppo 6: Segugi e cani per pista di sangue; Sezione 3A: Razze affini.

Pur trattandosi di una razza antica (vi sono affreschi che lo raffigurano all’interno delle tombe dei Faraoni) il primo standard di questa razza canina risale al XX° secolo, in Britannia. Qui il Dalmata fu soprannominato “cane da cocchiere” a causa della sua andatura veloce e della resistenza fisica. Anche se i “padrini” di questa razza sono considerati a tutti gli effetti Britannici, la FCI ha riconosciuto la Croazia come patria d’origine dei primi esemplari di questa razza, a seguito di una sentenza legale da parte di un Giudice.

Dalmata: carattere

Di taglia grande e dal corpo ben proporzionato, il Dalmata è un cane attivo, energico e giocherellone.

Affettuoso: è un cane che si affeziona tantissimo al suo padrone, ama sentirsi al centro dell’attenzione e ricevere coccole da lui e dai membri della famiglia, con i quali in genere interagisce in maniera altrettanto affettuosa.

Vivace: una delle caratteristiche più spiccate di questa razza è la vivacità, è anche un grande giocherellone. Inoltre adora l’esercizio fisico e le lunghe passeggiate all'aria aperta (ha bisogno di parecchio spazio per estrinsecare la sua notevole energia vitale).

Imprevedibile: anche se tendenzialmente è mansueto e mai aggressivo, potrebbe a volte manifestare un certo nervosismo oppure diventare a tratti lunatico e imprevedibile (ad esempio quando non fa tanto movimento o resta troppo in casa).

Con gli altri cani: in genere questo cane non ha problemi a relazionarsi con i suoi simili. Con le persone, invece, mostra una certa diffidenza se non rientrano nel suo abituale entourage.

Con i bambini: gli esemplari di questa razza canina sono considerati tra i migliori compagni di gioco per i bambini, con i quali si mostrano affettuosi e quasi mai aggressivi.

L’indole da segugio rende questo cane particolarmente attivo e amante del movimento. Di conseguenza, non riesce a stare fermo per molto tempo, soprattutto se costretto in casa. Questo cane è molto intelligente e sensibile, oltre che assai prestante fisicamente.

Addestramento

cucciolo dalmata sdraiato su prato

L’esigenza di impartire un efficace addestramento nasce fin da quando il Dalmata è cucciolo: data la difficoltà di questo cane a rispettare gli ordini, è necessario cominciare l’addestramento nei primi mesi di vita per evitare che cresca indisciplinato e senza regole. Alcuni lati del suo carattere (come la possessività e il forte attaccamento al padrone) vanno smussati fin da piccolo, in modo che la sua crescita avvenga il più possibile equilibrata e senza traumi. L'addestramento di un cane del genere richiede costanza e pazienza, ma in genere i risultati non tardano ad arrivare e sono duraturi nel tempo.

Aspetto e caratteristiche fisiche

Dalmata

Aspetto fisico: quando si parla del Dalmata viene spontaneo pensare al tipico mantello di questo cane, bianco a macchie nere o marroni. Decisamente questa è la caratteristica che lo rende più piacevole e simpatico tra i cani di compagnia.

La testa appare allungata, con il cranio appiattito, le orecchie di media grandezza sono aderenti alla testa, il corpo è possente e muscoloso, con la groppa che presenta una leggera inclinatura.

La coda invece è più grossa verso la radice e tende ad assottigliarsi scendendo verso la punta. Gli occhi sono abbastanza grandi e distanti tra loro, mentre il tartufo di solito è nero negli esemplari con macchie nere e marrone in quelli che hanno le macchie marroni.

L’andatura è equilibrata ed elegante: viene spesso rappresentato nelle opere d'arte proprio per la sua eleganza e bellezza fisica.

Tipo di pelo: il pelo è corto, folto, piuttosto liscio, duro e lucente.

Colore e sfumature del pelo: il Dalmata ha un mantello di colore bianco, con macchie (nere o marroni) a forma di monete distribuite uniformemente su di esso.

Taglia del Dalmata: il cane Dalmata è di taglia grande.

Altezza al garrese: 58-61 cm (maschio); 56-58 cm (femmina).

Peso: un Dalmata maschio pesa tra i 27 e i 32 chili, mentre la femmina ha un peso compreso tra i 24 e i 29 chili.

Alimentazione, cure, longevità

L’alimentazione del Dalmata: fino alla terza settimana di vita il cucciolo si nutre esclusivamente di latte materno. A partire dalla terza settimana, associato all'allattamento, può cominciare lo svezzamento: al cane possono essere date crocchette solide disciolte in acqua. All'incirca verso le otto settimane lo svezzamento sarà completo, e all'animale potrà essere dato mangime secco (quello adatto alla razza di specie e consigliato dal veterinario).

Una regola che vale sempre quando il cane diventa adulto è di non somministrare dosi eccessive di cibo. Il dalmata è molto vorace e gli piace molto mangiare: di conseguenza, se non tenuto a bada, tende ad accumulare chili di troppo e a diventare obeso. Ogni pasto dovrà fornire al cane il giusto apporto di sostanze nutritive che servono per una crescita sana e corretta.

Malattie comuni alla razza: anche se questa razza canina è generalmente robusta e sana, vi sono alcune patologie che possono colpire tali esemplari più di altri cani: la tiroide autoimmune, la sordità congenita, la displasia dell’anca (più rara), i calcoli renali. Bisogna avere particolare cura per il mantello di questo esemplare, che è sprovvisto di sottopelo, e quindi maggiormente esposto al freddo o al caldo eccessivi. Visite frequenti dal veterinario ed un pò di prevenzione possono evitare l'insorgenza di patologie croniche e di disturbi comuni che, se trascurati, possono compromettere la salute del cane.

Quanto vive

Mediamente vive circa 11 anni, ma se tenuto in buone condizioni di salute e seguendo un corretto stile di vita può tranquillamente arrivare a quindici.

FAQ: cose da sapere prima di adottare un Dalmata

Qual è il luogo migliore per vivere?

L’indole vivace potrebbe creare qualche problema nell’adattamento al contesto cittadino. Questo esemplare può essere tenuto in casa, in un appartamento spazioso, purchè si abbia l’accortezza di portarlo fuori spesso e per lungo tempo. In alcuni casi, se il cane viene tenuto troppo a lungo in chiuso, può manifestare la tendenza a distruggere ciò che gli sta intorno (divani, tappezzeria, utensili, ecc.).L’ideale sarebbe avere a disposizione una terrazza o giardino per farlo scorazzare per tutto il tempo che desidera senza alcun problema.

Di quanto movimento necessita?

Al Dalmata va sempre assicurata una “dose giornaliera” di movimento e attività fisica, non solo per assecondare la sua indole vivace e “sportiva”, ma anche per evitare che accumuli qualche chilo di troppo, considerata la sua predisposizione ad essere goloso e particolarmente vorace di cibo.

Vive bene in famiglia con bimbi?

Questo cane, più di altri, tende a stabilire un rapporto assai profondo con il padrone e i membri della famiglia. Essendo un grande giocherellone, adora il contatto con i bambini. Tuttavia, essendo di taglia grande, meglio tenerlo d’occhio quando ha a che fare con bimbi troppo piccoli o vivaci quanto e più di lui. Il film Disney "La carica dei 101" ha reso questo cane particolarmente conosciuto tra i più piccoli, che tendono ad identificarlo con i protagonisti della pellicola di animazione.

Vive bene con persone anziane?

Il padrone “ideale” di un Dalmata è fisicamente robusto, in grado di tenere testa ai suoi giochi e alle sue scorribande all’aria aperta, e caratterialmente capace di imporsi durante l’addestramento, visto che questo cane tende a volte ad essere testardo ed indipendente. Di conseguenza, è poco adatto a vivere con persone anziane che non abbiano la possibilità di garantirgli movimento e gioco quotidianamente.

Fa la guardia?

Se addestrato correttamente, questo cane potrebbe diventare un buon cane da guardia (anche se la tendenza di questo esemplare è di abbaiare sporadicamente, cosa che potrebbe pregiudicare la sua efficacia nell’allontanare gli estranei o sconosciuti che si avvicinano all’appartamento). Se stai cercando un cane adatto per la guardia, meglio optare per un'altra razza che non sia questa!

Dalmata: prezzo

cucciolo dalmata su prato

Il prezzo di un cucciolo di Dalmata si aggira tra i 500 e gli 800 euro. Il costo può variare in seguito ad alcuni elementi, come le richieste attuali del mercato e la disponibilità di questa razza canina negli allevamenti (soprattutto in Italia, dove questa razza non è molto diffusa). Se si acquista un cucciolo presso uno dei tanti allevamenti di questa razza bisogna assicurarsi che l’esemplare sia provvisto dei documenti necessari (oltre al pedigree) e abbia effettuato le vaccinazioni e i trattamenti vermifughi previsti nei primi mesi di vita del cane. Inoltre è consigliabile verificare che il cucciolo da acquistare sia perfettamente sano e privo di patologie congenite, come la sordità (che è molto frequente in questi cani).