Cani da pastore e bovari

In questo gruppo sono inseriti i cani che guidano il gregge ovvero i cani da pastore e quelli che accompagnano la mandria, i bovari. Ne sono esclusi i bovari svizzeri e i cani da pastore nordici.


Secondo fonti storiche, i cani da pastore sono stati impiegati per questa attività già nella Cina del 4.000 a.C., sono stati poi adottati ed utilizzati, a partire dal 1.000 a.C., anche dai romani. È importante porre l'accento sulle differenze che intercorrono tra il cane pastore che conduce il bestiame, di solito un lupo di taglia media e il cane pastore guardiano, di solito un molosso di grande stazza, che invece vigila sulle greggi.

Caratteristiche fisiche tipiche dei cani da pastore

Tutte le razze del primo gruppo sono simili per caratteristiche psico-fisiche che aiutano l'uomo nelle attività di allevamento. Molti di questi cani, sono di tipo lupoide ovvero molto simili ai cani selvatici: testa allungata, orecchie dritte, mantello folto e ruvido (come quello del pastore tedesco). Tra di loro non mancano però cani dal viso più arrotondato e orecchie cadenti (come il bovaro delle fiandre).

Il carattere

Il cane pastore e quello bovaro sono di solito mansueti con il padrone e il loro addestramento si presenta abbastanza semplice, inoltre, si affezionano a una persona sola ma sanno convivere affettuosamente con la loro famiglia. La maggior parte di questi cani hanno un carattere versatile e si adattano quindi anche ad altri scopi come: la guardia e la compagnia. Il gruppo 1 è accomunato dal carattere dinamico e reattivo, fatta eccezione per i cani di taglia più grossa che sono tendenzialmente più vincolati all’uomo e agli ordini del padrone.

Le razze

Il primo gruppo include 44 razze canine. Tra queste figurano il Border collie, il Cane da pastore tedesco, quello belga e il Cane lupo di Saarloos.

Lista delle razze canine pastori e bovari